Loading...
infoline +39 324 5445344
infoline +39 324 5445344

Regolamento verifiche tecniche e amministrative

MOTO

Potranno prendere parte ai moto-challenge Gibraltar Race solo le moto in regola per la circolazione su strada nella nazione nella quale sono immatricolate.

Dovranno inoltre avere omologazione, revisione e assicurazione valide nei luoghi attraversati fino ad almeno 7 giorni dopo la fine dell’evento. In caso contrario il pilota non potrà prendere il via alla manifestazione e sarà quindi squalificato ed allontanato. Non potrà infatti nemmeno proseguire il raid al seguito della gara. La quota di partecipazione non potrà in alcun caso essere restituita.

Al bivacco iniziale verranno effettuate le seguenti verifiche su tutte le moto partecipanti. Il superamento positivo di tali verifiche è condizione essenziale, oltre che per prendere parte alla gara, anche per concorrere nelle classifiche previste. A campione tali verifiche potranno essere ripetute sui veicoli dei partecipanti fino all’arrivo al traguardo.

Verifiche prima (durante e dopo) la gara

  1. peso della moto non inferiore a 138 kg. (dichiarati sulla scheda tecnica del costruttore), tranne che per moto iscritte nelle categorie Moto Aged e Donne;
  2. corrispondenza tra i numeri di telaio e targa riportati sul libretto di circolazione/immatricolazione e quelli presenti sulla moto;
  3. corrispondenza tra le misure degli pneumatici indicati sul libretto e quelli installati sulla moto (il numero ed il tipo di pneumatici utilizzati è libero);
  4. omologazione e revisione valide almeno fino a 7 giorni dopo la data di fine della gara;
  5. assicurazione e/o carta verde valide per tutte le nazioni attraversate e con scadenza almeno 7 giorni dopo la data di fine della gara;
  6. in caso di moto non di proprietà, originale dell’autorizzazione del proprietario a condurre la moto anche all’estero redatta almeno in lingua inglese;
  7. le 3 targhe con il numero dovranno essere installate e visibili. Una dovrà essere posta frontalmente e dovrà essere la prima visibile dall’alto e le altre due dovranno essere poste una per lato sulla moto;
  8. le luci anteriori e posteriori dovranno essere funzionanti. La luce di stop dovrà funzionare ed essere attivata da almeno una tra la leva al manubrio ed il pedale;
  9. l’avvisatore acustico dovrà essere funzionante ed attivato da comando al manubrio;
  10. lo specchietto retrovisore, almeno uno, dovrà essere montato sulla moto;
  11. il tracker GPS (balise) dovrà essere fissato sulla moto in conformità alle indicazioni ricevute;
  12. il silenziatore di scarico è libero, ma sarà soggetto a prova fonometrica per verificare il rispetto dei limiti previsti secondo le modalità indicate qui sotto.

PROCEDURA PROVE FONOMETRICHE

  • Le misurazioni dovranno essere effettuate in un ambiente idoneo, lontano da ostacoli quali muri, tettoie e manufatti in grado di riflettere il suono, evitando possibilmente di direzionare lo scarico delle moto verso abitazioni circostanti o aree con presenza pubblico; per uniformità, tutte le misurazioni dovranno avvenire nella stessa posizione e, in caso di presenza di vento, lo scarico dovrà essere orientato nella direzione di provenienza del vento (vento a favore del motociclo).
  •  I valori delle misurazioni dovranno essere espressi in dB(A) con valore intero.
  •  In caso di pioggia le rilevazioni fonometriche non potranno essere effettuate.
  •  Il pilota a cui viene richiesto, dalla Direzione gara, di sottoporre il proprio motociclo a prova fonometrica al termine o durante la manifestazione, dovrà farlo senza indugio e senza allontanarsi con il motociclo dal posto indicato per l’esecuzione della prova. La mancata o la ritardata presentazione del motociclo alla prova fonometrica, verrà sanzionata con l’esclusione dalla classifica.
  • Posizionare il fonometro su un supporto in posizione orizzontale ad una distanza di 2 m dal punto di contatto centrale del pneumatico posteriore con una angolazione di 45° dall’asse longitudinale del motociclo , dal lato dello scarico, ad un’altezza di 1,35 metri da terra. Per i motocicli con un solo dispositivo di scarico la misura sarà effettuata dal lato dello scarico, per i motocicli con 2 dispositivi di scarico, la misura sarà effettuata dal lato della presa d’aria. Se la presa d’aria è in posizione centrale, saranno effettuate le misurazioni da entrambi i lati.
  • Il livello sonoro ambientale deve rimanere inferiore di almeno 10 dB(A) rispetto al rumore globale nell’area della fonometrica, stimato in 80 dB(A). La postazione fonometrica non deve avere ostacoli solidi entro il raggio di 10 m dal microfono.
  • La misura è effettuata con il motociclo sulle sue ruote e con il motore caldo.
  • Durante la prova, il pilota o il meccanico, deve sostenere il motociclo ponendosi alla sua sinistra ( manubrio) tenendo disinnestata la frizione. Il fonometrista si posiziona all’altezza del manubrio sul lato destro. Nessuna persona deve interporsi tra lo scarico e il microfono del fonometro.
  • Il fonometrista aprirà il comando dell’acceleratore rapidamente fino a fondo corsa (entro 0,3 secondi). Terrà il motore al massimo regime per almeno 1 secondo assicurandosi che il motore giri effettivamente a massimo e/o si verifichi una condizione udibile di fuorigiri. Per concludere, il fonometrista rilascerà rapidamente il comando.
  •  Se il risultato supererà il limite in presenza di una detonazione post combustione, il fonometrista ripeterà la misura fino a un massimo complessivo di tre volte. In presenza di detonazioni, la misura deve essere ripetuta.
  •  Per i motocicli non muniti di limitatore di giri, l’apertura dell’acceleratore dovrà essere comunque inferiore a 2 secondi e/o quando si verifichi una condizione udibile di fuori giri.
  • Nel caso in cui la velocità di rotazione del motore sia uditivamente più bassa rispetto a una possibile rotazione massima, occorre controllare il valore del limitatore di RPM con un contagiri. Il tentativo da parte di un concorrente di impedire che il proprio motore raggiunga il massimo regime (RPM) sarà considerato contrario al regolamento e sanzionato con l’esclusione dalla manifestazione.
  • Nel caso in cui sia previsto il funzionamento del motore con più “mappature” della centralina, il limite di rumore previsto dovrà essere rispettato con tutte le “mappature”.
  • Durante le misurazioni la manovra del comando dell’acceleratore è limitata soltanto al fonometrista, che aprirà il comando di persona per minimizzare l’influenza di un altro operatore.
  • Tolleranze:
    a) Nelle misurazioni pre-gara al valore target del limite stabilito dovrà essere applicata la tolleranza di + 1dB(A).
    b) Nessuna tolleranza è prevista in ragione della temperatura ambiente.
    c) Nelle misurazioni effettuate al termine o durante una manifestazione, dovrà essere applicata la ulteriore tolleranza indicata relativa al “degrado del silenziatore”, pari a +1dB(A).
  •  Il limite di emissione sonora per la Gibraltar Race, al netto delle tolleranze, è di 114 dB.

 

PILOTA

Potranno partecipare al moto-challenge Gibraltar Race tutti i piloti di moto di qualsiasi nazionalità con almeno 18 anni di età e con una patente di guida valida per la moto con cui intendono gareggiare.

Verifiche amministrative prima della gara

  1. patente valida;
  2. passaporto valido;
  3. modello informativo sullo stato di salute compilato e firmato (consegnato alla partenza);
  4. certificato medico recente attestante il buono stato di salute;
  5. modulo scarico responsabilità compilato e firmato (consegnato alla partenza);
  6. una foto verrà scattata al momento della consegna del numero di gara per identificare il pilota;
  7. nomi e fotocopie dei documenti d’identità dei componenti dell’eventuale assistenza privata iscritta (in mancanza non potranno essere rilasciati i braccialetti per accedere al bivacco);
  8. marca, modello, tipo e targa dell’eventuale veicolo di assistenza privata iscritto (in mancanza non potranno essere rilasciate le targhe identificative con i numeri su fondo verde).

Ogni giorno alla partenza della tappa

Verrà richiesto al pilota di verificare di avere con se:

  1. documenti personali;
  2. documenti della moto;
  3. braccialetto per accesso al bivacco della Gibraltar Race;
  4. localizzatore GPS (balise) acceso e funzionante;
  5. logger GPS acceso e funzionante;
  6. dispositivo GPS acceso, funzionante e con il file GPX della tappa caricato;
  7. un cronometro;
  8. telefono cellulare carico, in grado di effettuare e ricevere chiamate nei territori attraversati e con il numero “SOS GIB RACE” memorizzato;
  9. 1 litro di acqua minimo;
  10. barrette energetiche, cioccolata o altro similare;
  11. disinfettante, cerotti, bende ed il necessario per arrestare piccole emorragie o proteggere piccole ferite ed escoriazioni non gravi;
  12. coltellino multiuso.

In mancanza di uno o più dei su indicati elementi il pilota non verrà fatto partire e la sua partenza posticipata dopo l’ultimo concorrente con l’applicazione delle corrispondenti penalità, sempre che nel frattempo si sia dotato degli elementi mancanti.

Consigliamo inoltre ai partecipanti di avere sempre con se Euro in contanti di piccolo taglio, dato che non ovunque le carte di credito sono accettate.

L’Organizzazione si riserva il diritto di effettuare modifiche ed integrazioni al presente regolamento e di darne comunicazione a mezzo del sito ufficiale della manifestazione www.gibraltarrace.com o con email inviate agli iscritti. Queste dovranno quindi essere considerate parte integrante del presente regolamento.

Per qualsiasi chiarimento o informazione ulteriore è possibile scrivere a info@gibraltarrace.com

I PROSSIMI EVENTI

SULLE PISTE
PIÙ CALDE
DI TUTTA
EUROPA

Se hai bisogno di ulteriori informazioni, contattaci direttamente

+39 324 5445344

oppure scrivi a

info@gibraltarrace.com

PARTENZA

19 GIUGNO 2020

ARRIVO

4 LUGLIO 2020